Euler Feinmechanik Gmbh - Trio altamente produttivo

1 ottobre 2020

L'automazione CNC prevede il movimento nella lavorazione

Tutte le cose buone arrivano in tre. Almeno questo vale per Euler Feinmechanik. Il produttore di pezzi complessi torniti e fresati ha investito in brevissimo tempo in tre robot di caricamento della Halter CNC Automation per automatizzare i torni CNC (Un rapporto sul campo).

La Euler Feinmechanik GmbH, con sede a Schöffengrund in Hesse (distretto di Lahn-Dill), si considera un partner di qualità specializzato nel campo della lavorazione. Con circa 65 dipendenti, l'azienda produce pezzi complessi torniti e fresati, ad esempio supporti ottici, cioè componenti esterni per obiettivi di pellicole e fotocamere, alloggiamenti e statori per pompe a vuoto turbo, vassoi per la tecnologia medica e cannocchiali per la caccia e l'esercito. "Il nostro processo produttivo comprende la fresatura CNC e, per la maggior parte, la tornitura CNC di prototipi, pre-serie e parti di serie. Sviluppiamo strategie di produzione specifiche per i nostri clienti e li supportiamo dallo sviluppo e dalla produzione fino alla finitura superficiale e all'assemblaggio dei componenti", spiega Leonard Euler, che è amministratore delegato della Euler Feinmechanik GmbH insieme a suo padre Hans Euler. Con l'ingresso dell'ingegnere industriale nell'azienda nel 2011, sono stati spinti in particolare i temi dell'automazione e della robotica.

La capacità produttiva è stata successivamente ampliata
Nel 2016, l'azienda ha investito in un tornio universale CNC DMG Mori CTX beta 800 4A con due torrette e contro-mandrino, sul quale dovevano essere prodotti componenti più complessi per l'industria del vuoto. "Avevamo intenzione di automatizzare il sistema. Ma prima abbiamo dovuto superare in anticipo una serie di sfide per poter realizzare i prodotti in questione con affidabilità di processo e alta qualità", riferisce Marco Kühnl, Senior Setter e Team Leader del Gruppo Turning Machine.

Nel 2017, la decisione è stata poi presa a favore di un robot di carico, tanto più che il volume degli ordini per i prodotti da realizzare era in aumento.

"Oltre ad un aumento della produttività, volevamo contenere i costi del personale.

Mettere sotto controllo i costi del personale ancora meglio. In questo contesto, abbiamo preso in considerazione soluzioni di vari produttori. Alla fine, l'Halter LoadAssistant Universal Premium 20 ci ha convinto per diversi motivi, quali il robot della Fanuc, le pinze di presa della Schunk, un sistema laser della Sick e, ultimo ma non meno importante, perché la solida cella robot è prodotta in Germania dalla Halter CNC Automation", dice Euler. "Per noi è importante che il produttore Halter CNC Automation ci consigli regolarmente e che possa supportarci con un'ampia gamma di prodotti e di opzioni per un'ulteriore espansione dell'automazione"

La soluzione versatile aumenta la produttività
Il supporto Halter Universal Premium 20 è una cella robotizzata compatta e versatile per torni CNC e fresatrici CNC, che è stata sviluppata per il carico e lo scarico automatico di pezzi simmetrici a rotazione con un diametro massimo di 270 mm e per pezzi con dimensioni di 180 x 180 mm. A tale scopo, tra l'altro, sono disponibili varie piastre a griglia come tamponi per pezzi con diverse capacità sia per componenti rettangolari che per alberi lunghi. Mentre il robot carica una macchina o rimuove i pezzi finiti sul lato anteriore, un dipendente sul lato posteriore può caricare il sistema con nuovi pezzi grezzi in modo che la produzione in corso non venga interrotta. La cella robotizzata può essere installata rapidamente e può anche essere riposizionata da una macchina all'altra come soluzione mobile.

Per poter accoppiare il robot di carico con il DMG Mori CTX beta 800 4A, la macchina doveva prima essere dotata di una corrispondente interfaccia di automazione. Il tornio CNC viene utilizzato principalmente per la lavorazione di componenti con un diametro da 130 mm a 150 mm. La seconda torretta e il contromandrino permettono di produrre sempre due pezzi in parallelo. Secondo Marco Kühnl, la combinazione di robot di caricamento CNC e tornio ha aumentato la produzione di pezzi finiti di circa il 25%.

Produzione più flessibile con costi del personale ridotti
Circa un anno dopo, Euler Feinmechanik ha acquistato da DMG Mori altri due torni universali, di nuovo un CTX beta 800 4A con due torrette e contro-mandrino, nonché un sistema CLX 350 più piccolo. Entrambe le macchine dovevano essere automatizzate fin dall'inizio. E ancora una volta, la decisione è stata presa a favore di due robot di caricamento Universal Premium 20 della Halter CNC Automation. Euler Feinmechanik produce ora circa 15 prodotti diversi sui due grandi torni CNC con i robot di caricamento, sia con la lavorazione parallela su un solo lato di due componenti, sia con la lavorazione completa su due lati di un componente. "Siamo ora in grado di distribuire gli ordini in modo molto flessibile tra le due macchine a seconda delle necessità o, in una certa misura, di passare da un sistema all'altro. Inoltre, possiamo produrre senza personale per una media di mezzo turno, il che aumenta ulteriormente la produttività e riduce i costi del personale", spiega il team leader Kühnl. Sulla DMG Mori CLX 350, invece, circa 40 diversi prodotti per l'industria ottica e la microscopia vengono realizzati in interazione con il terzo robot di caricamento, per cui la macchina con l'automazione viene utilizzata anche per l'addestramento degli incastonatori junior.

Il trio dell'automazione convince con una serie di vantaggi
Secondo Leonard Euler, gli investimenti nei tre robot di caricamento hanno dato i loro frutti sotto molti aspetti. "L'automazione ha aumentato la disponibilità delle macchine, riducendo la tariffa oraria e aumentando la produzione. In definitiva, questo porta ad una riduzione dei costi di produzione per pezzo e, inoltre, ad una maggiore affidabilità delle consegne, che a sua volta rafforza la nostra competitività, perché i nostri clienti vedono che noi, come fornitori, siamo aperti alle nuove tecnologie, ad esempio nel campo dell'automazione".

Inoltre, l'azienda è ora in grado di contrastare la continua tendenza all'aumento della pressione sui costi in modo molto più mirato e proattivo. Leonard Euler: "Se diventa chiaro che la produzione manuale di un determinato prodotto ad un certo punto non sarà più redditizia, possiamo già oggi prendere la strada giusta e quindi agire tempestivamente. Nel complesso, i numerosi vantaggi sono il risultato di una migliore e più efficiente organizzazione e pianificazione della produzione, senza fermi macchina non programmati. Oggi, possiamo evitare al 100% questi problemi se un dipendente deve lasciare il posto di lavoro per un breve periodo di tempo o fare una pausa. E se un dipendente è assente per malattia o vacanza, possiamo compensarlo in larga misura grazie all'automazione.

Infine, ma non per questo meno importante, Leonard Euler è convinto che l'automazione creerà posti di lavoro più interessanti. "I dipendenti più giovani, in particolare, stanno dimostrando grande interesse e impegno nei confronti della questione".